giovedì 8 settembre 2016

Travel: Banff & le Rocky Mountains


Devo essere sincera: abbiamo deciso di andare in Canada principalmente per immergerci nella natura.
Le escursioni, le montagne, i ghiacciai, la possibilità di vedere orsi e cervi nel loro habitat naturale....

Quattro giorni sono decisamente pochi! I parchi nazionali canadesi meritano di essere esplorati in lungo e in largo per almeno 7 giorni.. almeno...! Certo, deve piacervi questo tipo di vacanza: se siete amanti esclusivamente del mare la vedo dura. Per tutti gli altri: mettete in valigia l'attrezzatura da trekking e godetevi lo spettacolo! Se non siete degli espertoni niente paura: esistono molti tipi di escursioni ognuna con livelli diversi di difficoltà e troverete certamente quella più adatta a voi. 



Piccoli consigli pratici prima della carrellata di foto. 
1. Informatevi bene prima di partire sugli oggetti/medicine/cibo & co ammessi alla frontiera: la dogana canadese ha norme molto severe e preparatevi al terzo grado e a domande del tipo: che sei venuto a fare? - in vacanza - che significa vacanza per te? No, non sto scherzando. 
2. Se non siete dei VERI ESPERTI, prima di programmare qualsiasi tipo di escursione rivolgetevi al centro informazioni della città: alcuni percorsi potrebbero essere temporaneamente chiusi a causa di alluvioni, neve o per l'eccessiva presenza di animali selvatici (leggi orsi, soprattutto nel periodo dei frutti di bosco che va da giugno a settembre). In genere nelle cartine che vi forniscono i percorsi sono segnalati. Non vi inoltrate in zone isolate e leggete tutto quello che c'è scritto nella brochure: alcune escursioni si possono fare solo in gruppi da 4 o più persone. Ecco quelle, se siete in due, evitatele. Io vi ho avvertiti ;)
3. Vi conviene stipulare una polizza assicurativa prima di partire  che copra anche le spese mediche.. non si sa mai.
4. I limiti di velocità sono indicati in Km e sono spesso mooooooolto bassi. Armatevi di santa pazienza e rispettateli. Ci sono poliziotti ovunque lungo le strade e gli sceriffi sono anche abbastanza stronzi con i turisti. (Ovviamente per guidare avete bisogno della patente internazionale).
5. Mettete in valigia qualche felpa e anche un piumino: è inutile che vi spieghi perché.  
6. Prima di partire per le escursioni fate sempre il pieno di benzina e comprate abbastanza acqua e spuntini. Può capitare di non incontrare nessuna stazione di servizio anche per più di 100 km.
7. Guardatevi sempre intorno, capita spesso di fare qualche piacevole avvistamento ;)

lo vedete l'orso? era sull'albero di fronte al nostro albergo!

Detto questo possiamo passare alla parte piacevole. 
Cosa vedere? Cosa fare? Presto detto.

Banff: la cittadina è davvero caratteristica, molto carina, con queste immense montagne che le fanno da sfondo vi sembrerà di essere in una cartolina. Piena di negozi tipici e ristorantini.. Almeno un souvenir compratelo: qui sembra sia Natale tutto l'anno! Da qui partono numerosissime escursioni: tra cascate, terme (sì ho detto proprio terme!) e sentieri avrete l'imbarazzo della scelta.. 






Lake Louise: Se fate tappa a Banff non potete non visitare questa meraviglia della natura. Se è una bella giornata potete noleggiare una canoa oppure anche da qui partono delle escursioni. Noi purtroppo abbiamo beccato una giornata molto fredda e piovosa ma ne siamo rimasti ugualmente affascinati. Da vedere. Assolutamente. 




Athabasca Glacier: e qui viene il bello ragazzi. L'emozione di camminare su un ghiacciaio non la dimenticherete mai più. Ovviamente è un'escursione che non potete fare da soli, va prenotata. Si sale con degli ibridi a metà tra un camion e un autobus con delle ruote più alte di me (più alte di me DAVVERO: in alcuni punti c'è una forte pendenza e non potrebbe salire nessun mezzo se non questo) chiamati "snocoach", che si fermano in un'area protetta del ghiacciaio affinché possiate esplorarlo liberamente ma in sicurezza. Vestitevi a strati (avrete freddo) e usate scarpe adatte. Non fate come "er ciocia allegra", un giapponese soprannominato così da Ale perché aveva le ciabatte. Sì, avete capito bene: le ciabatte sul ghiacciaio. Si muoveva come un robot e non so come abbia fatto a non scivolare. 









Quando fate il biglietto potete scegliere di agganciare all'escursione sul ghiacciaio anche la glacier sky walk che è una passeggiata su una pedana dal fondo trasparente completamente sospesa sul ghiacciaio. 




Icefield Parkway: è la strada panoramica che collega Lake Louise a Jasper, passando per il Peyto Lake e  il Columbia Icefield. Vale la pena fare questa strada ma, come dicevo prima, occhio ai limiti e zaino e serbatoio pieni. 




--> Dove alloggio? 
Volete la chicca? Volete coccolarvi? C'è solo un nome: Fairmont Banff Spring. Un antico castello completamente ristrutturato con spa, due piscine (di cui una coperta) e una vasca idromassaggio, palestra (compresi corsi fitness/yoga), almeno 6 ristoranti, negozi e un'intero piano riservato ai membri Fairmont Gold con sala colazione a parte, buffet di aperitivo ogni giorno e concierge privato. Insomma se state decidendo le tappe del viaggio di nozze fateci un pensierino ;)     





Il nostro viaggio in Canada termina con le foto di questo splendido hotel immerso nelle rocky mountains canadesi. In attesa di tornare ad esplorare questi luoghi meravigliosi, spero di esservi stata utile o per lo meno di essere riuscita a mostrarvi la bellezza del Canada attraverso i miei occhi e le mie parole.  
Baci baci 
Faby 


P.S.: Se non avete letto il post sulla prima parte del viaggio (Vancouver & Victoria) lo trovate qui



*Tutte le foto presenti in questo post non possono essere copiate, riprodotte pubblicate o redistribuite perché appartenenti all'autore e pertanto soggette alle leggi internazionali di copyright.

E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.

E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’ autore*


Attimi à pois

Focus Post:

Travel: Dubai