giovedì 2 agosto 2012

Matrimoni: dress code per non sbagliare


Dior PE 2012

Buongiorno a tutte :)
Oggi guardavo un po' di post in giro per il web e mi si sono drizzati i capelli, fermato il respiro, tachicardia... ho visto cose che voi umani....
Parliamo di matrimoni, di nuovo, ma stavolta partiamo dall'abc. Quindi la domanda non è "che mi metto?" ma "come ci si veste?".
A volte sono gli sposi a dettare il dress code nell'invito, ma più spesso capita che invece si lascia gli invitati liberi di scegliere la mise che più piace.
Per voi alcune semplici regole da seguire per essere certi di non sbagliare ;)

1. Ricordatevi che il matrimonio non è una serata di gala, ma una cerimonia che richiede eleganza e sobrietà. Gli unici protagonisti della giornata sono gli sposi, quindi cercate di non rubargli la scena con looks esagerati da femme fatale. Rassegnatevi: non è vostro il ruolo principale.

2. Rispettate anche il vostro ruolo come invitati rispetto ai testimoni: nel caso, raro, dovesse succedere che il vostro abito sia uguale a quello di una testimone andate a cambiarvi. Due sono le ipotesi: o voi vi siete sopravvalutate o la testimone si è sottovalutata... a mia esperienza, più probabile la prima.

3. Informatevi sulla tonalità dell'abito della sposa così da evitare accuratamente quel colore. Il galateo richiede che le invitate siano cromaticamente in sottotono rispetto alla sposa. NO ai colori troppo accesi, a meno che non sia la sposa a desiderare che tutte le invitate abbiano qualcosa nel loro outfit di un determinato colore. DIVIETO ASSOLUTO per il total white: è prerogativa della sposa. NO all'animalier, neanche negli accessori e anche se quell'anno va di moda. NO al total black: non si addice ad una cerimonia nuziale. Se proprio non riuscite a farne a meno mescolatelo ad altre nuance, lo renderanno meno pesante. In ogni caso con il blu, il grigio perla, il rosa cipria e le tinte pastello non sbagliate mai.


4. Calze e tacchi: il galateo vuole che le calze siano indossate sempre, anche ad Agosto e che i tacchi siano bassi. In ogni caso la scelta è meglio che cada su classiche decollete o delle chanel e non sui sandali. Queste regole però sono cadute in disuso e non si rispettano più molto, quindi decidete voi a seconda dell'abito che portate. Dipende anche dal ruolo che ricoprite. La mamma della sposa soprattutto è bene che opti per le decollete.

5. In Chiesa: evitate gonne troppo corte, abiti alla Jessica Rabbit con spacchi vertiginosi e scollature eccessive. Siete in un luogo sacro e va rispettato: spalle e schiena, se l'abito le lascia nude, devono essere sempre coperte con una stola o un soprabito.

6. Se la cerimonia è di mattina evitate gli abiti eccessivamente lunghi e che brillino troppo, ma prediligete quelli da cocktail con tinte chiare e luminose. I pantaloni sono ammessi anche se, essendo una cerimonia formale, è un'occasione perfetta per mettere in risalto la propria femminilità. NO a sandali gioiello.

7. Se la cerimonia è di sera invece SI ad abiti lunghi con elementi "sbrilluccicosi". Nulla vi vieta comunque di indossare un abito più corto, a meno che sull'invito gli sposi non abbiano specificato il dress code in abito lungo.

8. Cappello: sia che lo preferiate in perfetto stile british con la tesa larga o alla francese, va indossato solo in una cerimonia molto formale e di mattina e SOLO se viene indossato dalla mamma della sposa, la quale avrà la premura di informare prima di tutto la consuocera e le testimoni. Va tenuto per tutta la cerimonia (Regola generale: in Chiesa i cappelli non vanno tolti. Secondo il galateo devono toglierli solo gli uomini.) e va coordinato con un abito semplice.

9. Accessori, gioielli e acconciatura. Prima di tutto sfatiamo un mito: scarpe e borsa non devono essere coordinati. Osate, spezzate, non siate monocromatiche. NO a borse medio-grandi: non si addicono alle cerimonie. NO a borse ricoperte di loghi: è di cattivo gusto. SI a pochette e mini-clutch: monocromatiche di giorno, con strass o swarovski di sera. Se la cerimonia è molto formale, così come nelle serate di gala, i capelli vanno raccolti, soprattutto se sono molto lunghi come i miei. L'acconciatura può essere adornata da fiori solo se finti perché quelli veri sono riservati alla sposa. Per quanto riguarda i gioielli vi prego: non esagerate! Il gioiello ha lo scopo di mettere in risalto la vostra bellezza, non di farvi diventare facile bersaglio delle gazze ladre. Sarebbe utile, a seconda dello scollo dell'abito, sceglierne solo uno o al massimo due ma non troppo vicini fra loro: bracciale e orecchini o collana e anello. NO alle cavigliere, inutile dirlo: non sono eleganti anche se brillano e rovinerebbero la figura.

Potete trovare alcune mie proposte qui o qui e ve ne lascio altre qui sotto da imitare pensate per le varie età e per il tipo di cerimonia :)
Baci baci a tutte
Ransie


Valentino PE 2012
Valentino PE 2012
Laura Biagiotti PE 2012

Valentino PE 2012

Dior PE 2012
Valentino PE 2012

Dior PE 2012











Attimi à pois

Focus Post:

Travel: Dubai